Pegasus Descending

Pulp, thriller, hard boiled, noir

Il Giallo Mondadori si rifà il trucco. E io mi becco Ed McBain!

Date una mano all’87° distretto

C’è chi va, come Sergio Alan D. Altieri…

Care Lettrici, Gentili Lettori,come sempre, un sentito ringraziamento a tutti Voi per seguire il Giallo Mondadori con l’assiduità e con l’affetto — passatemi l’espressione — che continuate a dimostrare nel tempo. Il mio ringraziamento va anche a Dario Geraci, nostro eccezionale blogmaster, per l’attenzione e il controllo con i quali tiene gli ingranaggi web in movimento. Continuando a parlare di ingranaggi e di movimento, come tutti noi sappiamo, things change, le cose cambiano. Perché è giusto che debbano cambiare, perché e naturale che cambino. Il che mi porta alla, well, chiamiamola “notizia del giorno”: Dalla data del 1 luglio 2011, il Giallo Mondadori e i Classici del Giallo — entrambe le collane in una veste editoriale e grafica del tutto rinnovata — avranno anche un nuovo Editor. Questo Editor è Franco Forte, uomo di profonda integrità, autore di eccezionale versatilità, editoriale di ineguagliabile professionalità. Nessuno meglio di Franco Forte saprà continuare la storica tradizione iniziata dal leggendario Alberto Tedeschi e continuata da straordinarie figure di autori ed editori quali Laura Grimaldi e Oreste Del Buono. Da parte mia, desidero ringraziare profondamente Mondadori Editore per avermi dato l’opportunità umana e professionale pressoché unica di seguire queste grandi collane su un arco di quasi sei anni. A Franco Forte, non solo amico fraterno ma anche compagno di avventure nell’immaginario, va tutta la mia stima e tutto il mio sostegno per la responsabilità che sta assumendo. A tutti voi care Lettrici e gentili Lettori, tutto il mio apprezzamento e, di nuovo, tutto il mio affetto in questa lunga cavalcata che abbiamo compiuto fianco a fianco.

… e c’è chi viene, come Franco Forte:

Gentili Lettrici e Lettori, da parte mia solo poche parole, prima di tutto per ringraziare Mondadori, e nello specifico il Direttore Editoria di Catalogo, Antonio Riccardi, per la fiducia che mi è stata accordata, ma soprattutto l’editor che avrò l’onore di sostituire, Sergio Altieri, un professionista come se ne conoscono pochi nel nostro Paese, uno scrittore di razza, un traduttore sopraffino e una persona di grande valore, un amico a cui sono debitore per le mille opportunità che mi ha voluto riservare durante questo nostro lungo percorso di amicizia e di rapporti professionali. Sergio è un uomo straordinario, dai valori solidi e dalla generosità impagabile, ed è soprattutto sotto questo profilo che la sfida, per me, sarà difficile: restare nel solco tracciato da una persona del genere non è impresa da tutti. D’altra parte, ho accettato con entusiasmo l’idea di occuparmi delle collane da edicola Mondadori convinto di poter trasfondere in questo lavoro la passione, la competenza e la professionalità che ho acquisito negli anni, per dare un impulso alle collane storiche che mi hanno accompagnato fin dall’infanzia; e dunque l’incarico, per quanto gravoso, non mi spaventa. Di certo mi rassicura sapere che Sergio continuerà a lavorare con noi come autore, come traduttore, come consulente a tutto campo, consentendoci di poter attingere ancora alla sua esperienza e alle sue capacità per rendere sempre migliori le collane che sono cresciute sotto la sua guida e la cui responsabilità, adesso, ricade sul sottoscritto. Ma la sfida, per quando ardua, è affascinante, e chi mi conosce sa che non sono tipo da tirarmi indietro, anzi… più il gioco si fa duro, più mi piace rimboccarmi le maniche e darmi da fare per raggiungere il livello successivo. Cosa che conto di fare anche in questo caso, tranquillizzato dalla consapevolezza che Sergio continuerà a restare un elemento fondamentale della nostra squadra. Squadra che è ampia e di grande valore, e che ringrazio fin da adesso per il supporto che saprà darmi in questa nuova avventura, e per l’aiuto fondamentale che mi servirà per oliare fin da subito l’ingranaggio editoriale, in modo da proseguire spediti lungo i percorsi già tracciati, pronti però ad aprirne di nuovi non appena ce ne sarà l’occasione. Con i suggerimenti e i contributi di tutti, soprattutto dei Lettori. Grazie.

Ora, a chi come me legge il Giallo Mondadori non è freghi più di tanto chi è l’editor e perché ci sono i cambi. Forse perché così è la vita, come diceva Altieri, forse perché quello che conta è leggere buoni libri e basta. Però questa è una notizia – i testi riportati sono presi dal blog ufficiale del Giallo Mondadori, dove è apparsa la notizia. Franco Forte saprà sicuramente portare avanti con altrettanta competenza il GM, nonostante tutte le difficoltà che questo sta attraversando e nonostante le scelte editoriali – di Altieri o di Maurizio Costanzo o di chissà chi – in questi anni non siano state proprio scevre da potenziali critiche. Personalmente seguo questa collana Mondadori quasi esclusivamente per I classici del Giallo Mondadori che mi consentono di acquistare a pochissimi euro autori storici e colonne del genere. Credo che non cambierà molto, da questo punto di vista, anche se qualche nuova traduzione è sempre auspicabile, benché sappia che Forte non avrà grandi poteri di scelta in questo campo e che, al massimo, potrà puntare ancora di più sul romanzo storico, di cui è pure un affermato autore e di cui io, all’opposto, non sono un grande estimatore, almeno per quel che riguarda il giallo. Già Altieri, comunque, con i gialli storici non scherzava, proponendone numerosi. Vedremo.

La buona notizia di questo mese, invece, è la mole e la qualità dei Classici proposti, tra l’altro in una nuova veste editoriale e settanta centesimi in più sul prezzo di copertina. Si vuole tornare al passato, a un format più fedele all’originale, discostandosi dal tascabile da edicola per approdare a qualcosa di più. E, infatti, per la prima volta il GM approderà anche nella grande distribuzione, nel tentativo di allargare le proprie quote di mercato. Basterebbe, forse, continuare a proporre autori e romanzi come quelli di questo mese di luglio – praticamente tutti da prendere – e chissà che le cose non possano cambiare in meglio. La scelta è ampia ma io, per me, mi sono fiondato, il giorno stesso dell’uscita in edicola, su Date una mano all’87° distretto di Ed McBain, autore che amo moltissimo. E voi, invece, che titolo avete acquistato?

Ti è piaciuto questo post e hai un profilo Facebook? CLICCA QUI e poi su MI PIACE per diventare fan di Pegasus Descending e non perderti nessun aggiornamento!

Navigazione ad articolo singolo

14 pensieri su “Il Giallo Mondadori si rifà il trucco. E io mi becco Ed McBain!

  1. Martina Sartor in ha detto:

    Comprati il Carr_Gielgud, Deryn Lake, i racconti di Ellery Queen e dei carabinieri in giallo. E l’Agatha Christie – Assassinio sull’OE – praticamente solo x inserirlo nella mia collezione christiana.

  2. Complimenti per i vostri articoli/recensioni che seguo senpre con grande piacere. Avevo fatto i complimenti, qualche mese fa, al vostro inviato alla Fiera del Libro, ma non so bene dove l’ho inviato. Divertentissimo!!! Per quanto riguarda i Gialli Mondadori e i suoi utori : qualcuno condivide la mia passione per Bill Pronzini? Non èveramente un autore molto molto sottovalutato?

    daniela de gregorio

    • Bill Pronzini non è un autore sottovalutato. Il Giallo Mondadori ha sempre pubblicato suoi lavori e non meno di sette, otto mesi fa ho ricevuto il manoscritto del suo ultimo lavoro che dovrebbe essere ormai in traduzione e pubblicato sempre nel giallo, prossimamente.

      Per quanto mi riguarda, ho sempre avuto un debole particolare per “Shackles” tradotto qui in Italia per i classici oro con il titolo “Il nemico sconosciuto”.

    • Difficile considerare Pronzini un autore sottovalutato dal Giallo Mondadori (e da Segretissimo), visto che nel corso degli anni sono stati pubblicati ben 30 suoi romanzi…

      • Vitandrea in ha detto:

        Beh, però è impossibile beccare un Pronzini in libreria, non esistono edizioni che non siano Giallo Mondadori!
        Qualche titolo che mi consigliate? Pronzini lo conosco di nome solo perché Lansdale gli ha dedicato un racconto, Il coniglio bianco.

        @Daniela De Gregorio, se ti riferisci al pezzo sul Salone di Torino 2011 l’ho scritto io. Ti ringrazio per i complimenti, ne sono molto felice, quelli precedenti probabilmente sono andati persi. Grazie ancora!

  3. Fabio Lotti in ha detto:

    Grande soiddisfazione per il nuovo GM!!!
    In un estremo atto di sfida con il mio borsellino li beccherò tutti. O quasi…

  4. Beh in ogni caso ci sono parecchi autori, di molto superiori a Pronzini, del TUTTO invisibili in Italia, altro che libreria. Vista in quest’ottica, Bill non è affatto sottovalutato.

  5. Non ho mai letto nulla di Pronzini e credo pure io che Daniela si riferisse al fatto che non lo si trova in catalogo in libreria ma solo nel GM, con l’inconveniente della rapidità con cui passano. Certo, si possono richiedere gli arretrati o buttarsi sull’usato, ma è comunque una menata, devi scrivere, bollettino etc ma, soprattutto, non può rimanerti attaccato per caso in libreria, come, invece, spesso accade a me. Comunque questo è un grande mese per il Giallo Mondadori, concordo con Fabio, sono da prendere tutti, ingaggiando un corpo a corpo all’ultimo centesimo con il borsellino!🙂

  6. Intendevo proprio il fatto che si trovino solo nei GM che dopo un po’ spariscono e li trovi (come me) nei mecatini . Non ho mai letto una sua intervista su un giornale (magari mi sarà sfuggita) o mai saputo di un giro promozionale o mai letto recensioni dei suoi libri. Libri da segnalare tutti quelli di “Senzanome” credo e anche gli altri: Lui ha delle trame molto variate e piene di energia. Di uno ricordo il personaggio di una donna solitaria e triste. Lei viene uccisa e chi indaga ricostruisce la tragica storia che aveva alle spalle. Come vedete anche io che li cerco, li compro e li leggo, poi non ricordo i titoli perchè li presto agli amici e li dimentico. Ma mi ha fatto piacere, diversi anni fa, quando acquistavo in Inghilterra libri che insegnavano come si scrive un libro giallo ( gli anglosassoni ci credono ed anche io. In alcuni c’erano consigli utilissimi) scoprire che l’esempio usato per una ottima costruzione di trama, era proprio un libro di Bill Pronzini. Mi pare ” La Valle della Paura. E veniva analizzato quasi riga per riga. Anche se non ricordo con precisione i titoli, ricordo bene il paio di ore piacevolissime che mi hanno sempre regalato i suoi libri, prima di spegnere la luce del tavolino accanto al letto.

  7. Oh si’, dimenticavo, di nuovo complimenti per le cronache dalla Fiera Del Libro.

  8. Valter in ha detto:

    Seguo spesso i tuoi consigli ( lo sai), quindi non potevo non copiarti!😀

  9. Valter in ha detto:

    No, mai letto nulla e voglio cominciare a conoscere questo scrittore; come sai non è molto che ho allargato le mie letture al noir, giallo ecc.. quindi ho ancora parecchie lacune che cerco di colmare anche grazie agli spunti ed ai suggerimenti che trovo su Pegasus
    Grazie ancora per i tuoi consigli da un affezionato lettore del tuo blog… poco young e molto adult :D:D
    Ho comunque notato che è abbastanza difficile trovare libri di McBain anche nelle grandi librerie;
    3/4 titoli disponibili mi sembrano davvero pochini per un autore che (da curiosone sono andato a studiare..:D) è considerato un maestro del genere

    • E’ assolutamente un maestro del genere, uno tra i fondatori – se non il fondatore – del procedural e, soprattutto, con il suo 87esimo distretto ha fatto diventare un intero distretto di polizia il protagonista di una serie di romanzi, precorrendo la strada che verrà poi battuta da The Shield da una parte, in tv, e da Wambaugh, in letteratura, dall’altra… è un autore che amo molto. E si fa fatica a trovare sua roba in libreria perchè molto è stato pubblicato dal GM, con i ben noti problemi passato il mese d’uscita delle novità. Nei mercatini o su comprovendolibri.it, però, dovresti trovare un bel po’ di roba a poco prezzo. Comunque, ti sei già acchiappato questo Date una mano all’87esimo distretto, direi di iniziare da questo e capire se ti piace e poi si vedrà…🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: