Pegasus Descending

Pulp, thriller, hard boiled, noir

Niente, tranne la pioggia – Sergio Paoli

Niente, tranne la pioggia

NIENTE, TRANNE LA PIOGGIA
di Sergio Paoli
ed. Todaro

Le cose cambiano in fretta e, spesso, inaspettatamente. Quando un Piper cade nelle campagne bergamasche, Vasco Lubrano, sovrintendente capo in forza alla Polizia Giudiziaria, ancora non sa che le cose, per lui, stanno per prendere una piega diversa e imprevedibile, che molte cose, di lì a breve, cambieranno. Tra le fresche frasche, infatti, viene ritrovato un sacco, qualcosa di insignificante, contenente il corpo – o quel che ne resta – di una giovane donna, molto probabilmente una delle tante prostitute provenienti dall’Est Europa che con la loro schiavitù soddisfano i bassi istinti di pletore di maschi in perenne calore.

Del corpo della ragazza non frega niente a nessuno. Non ci sono state vittime umane, si ripetono gli inquirenti in questi casi. Ma Vasco Lubrano non è un poliziotto come tutti gli altri e, anche spinto dal messaggio di un vecchio amico perso di vista da ormai troppo tempo, vuole vederci chiaro in questa vicenda di sangue che, normalmente e se va bene, meriterebbe un trafiletto nelle pagine di cronaca locale del settimanale cittadino, ma niente di più.

Accanto all’omicidio della ragazza, però, le notti bergamasche sono scosse anche da un secondo omicidio, questa volta ben più succoso per giornalisti e caporioni di questura e prefettura. Daniele Peverelli, modesto librario dedito esclusivamente a coltivare la propria passione per paccottiglie di carta e ammassi di parole, viene infatti trovato morto ammazzato, con una pallottola in testa, dentro la sua piccola libreria in piena città alta, la zona più nobile e antica di Bergamo. E qui non si può lasciar correre, non si può far finta di niente e girare la testa dall’altra parte. Inoltre i due casi possono avere qualcosa in comune? Dove ha trovato, Peverelli, tutti quei soldi per realizzare il proprio sogno da bibliofilo? E i suoi rapporti con il ricco direttore della Banca del Monte, Emanuele Pozzi Arnoldi, c’entrano qualcosa con tutto ciò? E la foto di una megagnocca bionda trovata sotto il bancone, cosa significano oltre alla constatazione che nessun uomo vive di solo pane?

Niente, tranne la pioggia, ultimo romanzo di Sergio Paoli, già autore di Ladro di sogni e Monza delle delizie oltre a numerosi racconti, è un noir che seppur assumendo come date tutte le caratteristiche consuetudinarie del genere – dallo sbirro melanconico e che trascura la fidanzata fino all’insensibilità dei vertici di governo e alla miopia della stampa, sempre e comunque in stile Studio Aperto – racconta una storia complessa, su più livelli, di periferia e di emarginazione. Paoli sceglie di comporre il proprio romanzo utilizzando molteplici piani narrativi e temporali, in particolare nella sua prima metà, quando si pongono le basi per la comprensione di tutti gli avvenimenti che vengono dopo. Il focus narrante cambia spesso, passando indistintamente dalla terza persona – comunque predominante – alla prima persona affidata al punto di vista di Isabella, la fidanzata insoddisfatta e incazzosa di Lubrano che grazie alla sua “testimonianza” consente al lettore di approfondire la conoscenza del Vasco uomo piuttosto che del Vasco poliziotto, riservando a questo secondo ambito, predominante, le indagini e il suo comportamento all’interno di Niente, tranne la pioggia. Il passaggio dal Lubrano pubblico e quello privato, inoltre, è funzionale a Paoli per giocare continuamente di sponda, per trovare al Lubrano poliziotto una controparte motivazionale privata che ne giustifichi le azioni spesso scomode e anticonvenzionali perpetuate.

Ma Paoli non si ferma qui, strutturando il proprio romanzo in una serie di scatole cinesi che si estrinsecano su piani temporali diversi e, a volte, anche estremamente distanti tra loro, seppur essendo in grado di conferire alla visione di insieme a questo lavoro narrativo una stringente coerenza e linearità. Niente, tranne la pioggia, infatti, è un romanzo doloroso che scorre via tanto rapido quando intenso, manifestando i propri punti deboli solo in alcune cadute oniriche e moralistiche da parte di Lubrano che, invece di conferirgli quella complessità che grazie della vicenda narrata già dimostra di possedere, si perde in considerazioni intimistiche che nulla aggiungono al personaggio e che richiederebbero, invece, un piccolo passo indietro da parte dell’autore. Allo stesso tempo, seppure la vicenda sia ordinaria ma non banale, anche se a tratti un pizzico prevedibile, in particolare in quelli che sono i rapporti intercorrenti tra alcuni personaggi del romanzo, forse una maggiore originalità nella caratterizzazione di Vasco Lubrano, indiscusso protagonista, avrebbe dato all’insieme una freschezza maggiore travalicando i cliché del genere.

Nonostante questi nei Niente, tranne la pioggia rimane un romanzo che dimostra la labilità delle ferree divisioni tra i generi, una storia di male assoluto e violenza in grado di far riflettere e di riportare l’attenzione su una marginalità che troppo spesso esce dal campo visivo di cittadini e istituzioni purtroppo eccessivamente avvezzi alla brutture del mondo, nonché moralmente e fisicamente rassegnati davanti alle ingiustizie che vi girano intorno.

Ti è piaciuto questo post e hai un profilo Facebook? CLICCA QUI e poi su MI PIACE per diventare fan di Pegasus Descending e non perderti nessun aggiornamento!

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “Niente, tranne la pioggia – Sergio Paoli

  1. Pingback: Le recensioni e i commenti su “Niente, tranne la pioggia” | Rumori di fondo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: