Pegasus Descending

Pulp, thriller, hard boiled, noir

Novità in libreria: I buoni vicini di Ryan David Jahn

I buoni vicini

Non sono molte le vittime di omicidio che hanno una propria pagina su Wikipedia. Probabilmente perchè sono poche le vittime di omicidio in grado, purtroppo per loro, di lasciare il segno tanto sull’opinione pubblica quanto in un preciso settore di studio e della conoscenza umana. Questo triste primato è toccato a Kitty Genovese, giovane italoamericana originaria del Queens, New York, che nel 1964 fu accoltellata a morte per strada, alle tre di notte, da Winston Moseley. Il caso Genovese divenne famosissimo e ancora oggi ricordato, perchè nonostante furono molti i testimoni di quel fatto di sangue richiamati dalle urla e dalla richieste di aiuto della giovane, nessuno intervenì e anche chi lo fece, allertando i soccorsi, sottovalutò notevolmente quanto era e stava accandendo. La vicenda, oltre ad avere un’ampia eco sui media nazionali e sull’opinione pubblica, divenne anche oggetto di estremo interesse per gli psicologi sociali Latanè e Darley, che analizzando il caso Genovese e, in particolare, la mancata risposta di un così nutrito numero di persone, introdussero in psicologia quello che ancora oggi viene definito come “effetto testimone”, un fenomeno psicologico e sociale inerente la diffusione di responsabilità e l’influenza sociale. Ora Kitty Genovese diventa il pretesto utilizzato da Ryan David Jahn per raccontare uno squarcio d’America degli anni ’60 grazie al suo romanzo d’esordio, I buoni vicini, opera di grande successo di pubblico e critica, tanto da riuscire ad aggiudicarsi il prestigioso riconoscimento CWA Joahn Creasey (New Blood) Dagger 2010.

I BUONI VICINI (Acts of Violence)
di Ryan David Jahn
ed. Fanucci
Traduzione di Elio Gabola

TRAMA: Il primo romanzo di Ryan David Jahn, I buoni vicini, si svolge nell’arco di tre ore e ruota attorno all’assassinio di Katrina Marino, accoltellata all’alba fuori dal suo appartamento, mentre rincasa dopo una notte trascorsa a lavorare in un bar. Ryan trae ispirazione da un fatto realmente accaduto a Brooklyn negli anni Sessanta: l’omicidio di Kitty Genovese, a cui assisterono quasi 40 persone, nessuna delle quali chiamò la polizia o cercò di intervenire per salvarla. Lo scalpore suscitato dalla vicenda diede il via a numerosi studi accademici intorno al cosiddetto “effetto bystander” (la probabilità di ricevere aiuto da parte di una persona in difficoltà decresce con l’aumentare del numero di spettatori) e alla rimozione della responsabilità soggettiva nelle situazioni estreme. Mentre Katrina Marino sta combattendo per la vita, intorno a lei si muovono altre esistenze: qualcuno sta rielaborando l’esperienza della guerra in Vietnam, qualcun altro teme di aver investito un bambino; accanto a un ricattatore sprovveduto in procinto di scoprire chi è veramente la sua prossima vittima, c’è un poliziotto corrotto convinto di essere onnipotente. Ryan ha l’abilità di costruire una trama originale, in cui tutte le storie convergono a delineare un’umanità scandita dalla violenza, ma tentando anche di capire la complessità della vita.

Di seguito un video in cui lo stesso Ryan David Jahn parla del suo romanzo, I buoni vicini:

Ti è piaciuto questo post e hai un profilo Facebook? CLICCA QUI e poi su MI PIACE per diventare fan di Pegasus Descending e non perderti nessun aggiornamento!

Navigazione ad articolo singolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: