Pegasus Descending

Pulp, thriller, hard boiled, noir

Novità in libreria: Bansky il terrorista dell’arte di Sabina de Gregori

Bansky il terrorista dell’arte

Perché non posso non segnalare un libro come quello appena edito per Castelvecchi da Sabina de Gregori intitolato Bansky il terrorista dell’arte? Per due ordini di motivi, diversi ma intrinsecamente accomunati tra di loro: in primo luogo Bansky è un genio, forse l’unico artista mondiale in grado di accomunare una sferzante critica e riflessione intellettuale a una sapienza tecnica e innovativa in grado di fare da modello per molti altri suoi epigoni. In secondo luogo, beh, forse ve ne sarete accorti, fin dalla sua nascita Pegasus Descending ha avuto un logo chiaro e preciso, il John Travolta e il Samuel Lee Jackson protagonisti del Pulp Fiction di Quentin Tarantino, ma con una banana in mano al posto dell’originale pistola. Questa immagine è un gigantesco murales firmato proprio da Bansky e in grado di racchiudere in una immagine lo spirito che ho voluto infondere in questo mio blog e lavoro quotidiano: parlare di letteratura e cinema di genere ma senza mai prendersi troppo sul serio, cercando di non perdere la capacità di sorridere e di prendere le cose con quel pizzico di sana leggerezza che rende tutto più bello e sopportabile. La vita è già piena di gente che si prende troppo sul serio, almeno nell’arte e in quella che è la nostra passione comune – leggere -, dai, scherziamoci su e prendiamoci tutti un po’ per il culo. Secondo me è questo il senso di un’opera come quella di Bansky, writer – altrimenti detto graffitaro o imbrattamuri – che dalla clandestinità e dall’anonimato se ne sbatte delle quotazioni da capogiro che le sue opere hanno raggiunto, preferendo continuare nel proprio percorso artistico e intellettuale al di là delle mode e delle strizzate d’occhio. L’arte, per definizione, è sovversione e riflessione, basti pensare, a tal proposito, ai muscolosi corpi, maschili e femminili, di Michelangelo o il suo Giudizio Universale in cui tutti – udite udite! – erano nudi. Ecco, credo che Bansky sia un artista che si inserisce su quella linea di grandezza. Per questo il libro di Sabina de Gregori è un ospite graditissimo da queste parti e, forse, anche un bel regalo da farsi in questo Natale che si approssima.   

BANSKY IL TERRORISTA DELL’ARTE
di Sabina de Gregori
ed. Castelvecchi

SINOSSI: Molte le congetture sul nome e sull’identità dell’artista nato e cresciuto a Bristol, ma tuttora nessuna certezza. Dopo l’adolescenza nella città natale, nei primi del 2000 Banksy è a Londra e comincia a farsi conoscere. Esordisce raffigurando topi, ma in breve i muri della città si animano con i suoi personaggi ironici, pungenti, provocatori e irriverenti. E da subito è un fenomeno: la stampa parla di Banksy effect.  La sua si manifesta immediatamente come un’esplicita e aspra provocazione nei confronti dell’establishment, del potere, della guerra e del consumismo. I suoi stencil, immediati e ricorrenti come manifesti pubblicitari, appaiono ovunque, anche nei luoghi più bizzarri della città, e spesso ne sottolineano e spiegano i caratteri.  L’artista di Bristol è anche celebre per le sue “incursioni”. Si è intrufolato nei musei, negli zoo, nelle gallerie e nei negozi di tutto il mondo, divenendo l’indiscusso re della guerrilla art. Oggi Banksy non è solo un fenomeno di costume, ma la sua imponente presenza sulla scena internazionale ha costretto il mondo dell’arte a fare i conti con il suo linguaggio. Lo star system lo adora, le sue opere vanno a ruba per migliaia di euro, la stampa lo celebra, eppure egli ha saputo mantenere e difendere il suo anonimato. Il funzionamento di questo ingranaggio – nel complesso e scambievole rapporto Banksy-mercato, Banksy-museo, Banksy-committenza – appare come l’aspetto più suggestivo e appagante dell’osservazione critica di questo geniale interprete figurativo del nostro mondo.

“Alcune persone diventano poliziotti per rendere il mondo migliore, altri diventano vandali per rendere il mondo un posto più bello da vedere” Banksy

 

Puoi acquistare a prezzo scontato tutti i film o i libri citati nell’articolo cliccando sui titoli oppure su

Ti è piaciuto questo post e hai un profilo Facebook? CLICCA QUI e poi su MI PIACE per diventare fan di Pegasus Descending e non perderti nessun aggiornamento!

Navigazione ad articolo singolo

4 pensieri su “Novità in libreria: Bansky il terrorista dell’arte di Sabina de Gregori

  1. concordo sulla genialità di Bansky, eccezionale! (hai visto in rete le imitazioni del fake LINO BANFSKY? molto divertente:-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: