Pegasus Descending

Pulp, thriller, hard boiled, noir

Novità in libreria: Delitto a teatro di Ngaio Marsh

Delitto a teatro

Con la pubblicazione del romanzo Delitto a teatro di Ngaio Marsh datato 1935, anche la casa editrice Elliot, dopo il lavoro di R.T. Raichev, si butta sul buon vecchio e caro giallo classico. L’opera della Marsh è tutt’altro che ignorata in Italia, gran parte dei suoi libri sono già stati pubblicati sotto le insegne del Giallo Mondadori o di altre case editrici prestigiose quali Rizzoli o Garzanti. Questo Enter a Murderer era ancora un inedito della traduzione italiana della scrittrice neozelandese e con protagonista l’ispettore di Scotland Yard Roderick Alleyn, un libro che, quindi, va ulteriormente a integrare lo sguardo su questa scrittrice di gialli anche insignita, nel 1978, del Mystery Writers of America. 

DELITTO A TEATRO (Enter a Murderer)
di Ngaio Marsh
ed. Elliot
Traduzione di Franca Pece

TRAMA: L’ispettore capo di Scotland Yard, Roderick Alleyn accetta volentieri l’invito a teatro fattogli dall’amico giornalista Nigel Bathgate, aspettandosi di passare una bella serata. Lo spettacolo scorre piacevolmente fino all’ultimo atto, quando uno degli attori, Arthur Surbonadier, viene ucciso, colpito al cuore da un proiettile sparato dalla pistola di scena.
Alleyn entra subito in azione e, nell’indagare sulla vita della vittima, scopre che Surbonadier era un tipo poco raccomandabile, ricattatore e seduttore, e che molti nutrivano del rancore nei suoi confronti. Affiancato dal fido assistente, l’ispettore Fox, e dall’amico Nigel, Alleyn dovrà scavare molto a fondo prima di riuscire a scoprire il colpevole.
Pubblicato nel 1935, Delitto a teatro è un giallo nella migliore tradizione inglese, percorso da una sottile vena di umorismo. Il ritmo veloce e incalzante conduce senza sosta il lettore fino allo svelamento del mistero,  in uno dei migliori capitoli della serie che vede per protagonista l’ispettore Alleyn, ora per la prima volta pubblicato in Italia.
Fra gli anni Trenta e Quaranta, Ngaio Marsh è stata – insieme ad Agatha Christie – una delle “Queens of Crime”, vincitrice dei maggiori premi per romanzi gialli e autrice di bestseller che stanno oggi tornando all’attenzione del grande pubblico a livello internazionale.

«Tutti siete sospettati. E tutti mentite e recitate»

Ti è piaciuto questo post e hai un profilo Facebook? CLICCA QUI e poi su MI PIACE per diventare fan di Pegasus Descending e non perderti nessun aggiornamento!

Navigazione ad articolo singolo

7 pensieri su “Novità in libreria: Delitto a teatro di Ngaio Marsh

  1. Fabio Lotti in ha detto:

    Il giallo classico non morirà mai. Inutile che facciate i furbi con il noir, il thriller e seghe varie…:)

  2. Fabio Lotti in ha detto:

    Sto scherzando, eh!

  3. Non è uno dei migliori romanzi della Marsh – si tratta del suo secondo libro, e l’autrice stava evidentemente facendo pratica – anche se vanta il curioso espediente, assai insolito per un giallo classico, di svelare fin dalle prime pagine l’identità dell’assassino.

  4. Fabio Lotti in ha detto:

    Scusa Luca ma dalla lettura non mi risulta (sempre che non mi sia sfuggito, il che ci sta). Si potrebbe capire ma si potrebbe pensare anche al classico diversivo dell’autrice per portarci su una falsa pista. Almeno io l’ho inteso così.

  5. L’assassinio si svolge proprio sotto i nostri occhi (e, soprattutto, sotto quelli del pubblico presente in sala). Sappiamo benissimo chi è stato a sparare, no? Quel che sta sotto, è tutt’altra faccenda:-)

  6. @Fabio: sono d’accordo con te, il giallo classico, per fortuna, non morirà. Piuttosto non sono così certo che oggi qualcuno sia ancora in grado di scriverlo come nella sua epoca d’oro… Ma magari è solo un mio limite conoscitivo!

    @Luca: grazie Luca, i tuoi commenti sono sempre preziosi! Ma come hai fatto ad aver già letto tutto non lo so! 🙂 Comunque, sono contento di aver seguito il tuo consiglio su Thin Air, l’ho trovato proprio un gran bel romanzo.

  7. Fabio Lotti in ha detto:

    Da come l’avevi messa sembrava che sin dall’inizio si sapesse, al di là della rappresentazione teatrale, il nome dell’assassino. Così va meglio…:)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: