Pegasus Descending

Pulp, thriller, hard boiled, noir

Pere, cachi, banane e…Appunti di un venditore di donne

Il misterioso ortaggio all’Esselunga di Saronno

La foto riportata in allegato non è delle migliori, ma il documento è una testimonianza eccezionale, l’evidenza visiva di un oggetto di cui in passato si è solamente speculato e su cui pagine e pagine sono state scritte. Lo scatto è infatti stato rubato con un telefono cellulare presso il supermercato Esselunga di Saronno, ridente cittadina in mezzo alla Lombardia. Sulla sinistra e sullo sfondo di distinguono nettamente una vasta serie di prodotti orto-frutticoli: risalta immediatamente, anche all’occhio poco esperto, l’enorme espositore delle banane – è quel grosso ammasso giallo in secondo piano – mentre sulla sinistra è possibile ipotizzare la presenza di mele, pere e cachi di diverse qualità e fattezze. Sulla destra, invece, abbandonato e decadente, un grosso carrello colmo di scatoloni vuoti non meglio identificati. In fondo, infine, bisogna fare uno sforzo di fantasia per intravedere l’espositore delle verdure di stagione, cime di rapa – da fare rigorosamente con le orecchiette pugliesi -, zucche, sedani e fagiolini giù imbustati. Testimonianze dirette e oculari confermano questa nostra ricostruzione basata solo sul reperto fotografico in oggetto. Non ci sarebbe molto altro da dire se la misteriosa creatura in primo piano non rendesse la fotografia probabilmente unica nel suo genere. Chi ha scattato la foto conferma che l’ignota struttura ottagonale è simmetrica indipendentemente dal punto di vista dell’osservatore, alta più o meno un metro e mezzo, forse qualcosa meno, si palesa di un colore tetro e molto scuro, quasi nero, ed è composta da una serie indistinta di subunità funzionalmente indipendenti tra di loro. Sulla superficie piana di ognuno di questi elementi compare poi una strana scritta che riportiamo come ci è stata riferita: Appunti di un venditore di donne e, più sopra, in rosso e con un carattere più grosso, “Giorgio Faletti”. La struttura così formata appariva compatta e immutabile. Prima di scattare l’eccezionale documento, però, il fotografo ha provato a instaurare un contatto ravvicinato con l’oggetto non meglio identificato. Il risultato è il posizionamento verticale di una delle subunità, come si può distinguere sulla porzione destra dell’oggetto. Per tutto il tempo d’osservazione, come riportato nel documento allegato alla fotografia, la struttura non si è mossa, rimanendo ferma e intonsa nel suo posto. Numerosi testimoni oculari le sono passati affianco, ma nessuno di essi ha dimostrato alcun interesse nei suoi confronti, preferendo riempire il carrello con ben più noti prodotti vegetali di stagione. Si conclude questo breve referto avanzando l’ipotesi di essere in presenza di un ortaggio tropicale non meglio identificato.

Ti è piaciuto questo post e hai un profilo Facebook? CLICCA QUI e poi su MI PIACE per diventare fan di Pegasus Descending e non perderti nessun aggiornamento!

Advertisements

Navigazione ad articolo singolo

6 pensieri su “Pere, cachi, banane e…Appunti di un venditore di donne

  1. Cristina in ha detto:

    “ortaggio tropicale non meglio identificato” e, aggiungerei, forse anche indigesto……

  2. Fabio Lotti in ha detto:

    Gradevole se non esilarante articoletto che viene pure incontro al mio istinto satirico. Occhio, però, dopo il giusto sberleffo, a non considerare i’ Falettone peggiore di tanti altri autori nostrani. D’altra parte chi vende (fino ad ora) una qualche ragione ce la deve avere e non si deve sempre dare la colpa ai mallopponi scandinavi…:)

  3. @Cristina: ehilà chi si sente, era un po’ che non passavi da ‘ste parti o sbaglio? O, forse, ti eri solo rinchiusa in un monacale silenzio… 🙂 Per quanto riguarda il libro non saprei dire, non l’ho letto e quindi non mi pronuncio. Credo, anche, che non lo leggerò, ma mai dire mai. Quello che volevo sottolineare con questo breve pezzo era la strategia di marketing un po’ da verduriere. Non so se la cosa sia imputabile all’Esselunga o alla casa editrice e agli accordi presi, sicuramente non a Faletti, però è assurdo mettere una simile pila di libri – in teoria un prodotto con una qualche valenza culturale – nel reparto frutta e verdura!

    @Fabio: grazie Fabio e dici bene, ma non me la prendo con Faletti o con chi lo legge, figuriamoci, sono un fautore della lettura a prescindere dalla cosa letta, anche perchè sono convinto che la lettura di un libro ti faccia venire voglia di leggerne altri dieci e così via, all’infinito. Si parte da Faletti e si arriva ai classici. Personalmente sono convinto di questo. Poi, come dicevo a Cristina, non ho letto questo libro e quindi non mi pronuncio sulle sue qualità intrinseche. Però preferisco, per restare in BC Dalai, un Custerlina a un Faletti e trovo assurdo che il primo debba farsi la campagna stampa da solo e il secondo abbia simili pile di romanzi nel reparto ortofrutticolo di una delle principali catene di supermercati del Nord Italia. La presa per il culo era rivolta al marketing e alle sue strategie, chiamiamole così, e non allo scrittore o ai suoi lettori. Poi anche Melissa P. vende un botto, o l’oroscopo di Paolo Fox, e qui, a differenza dei lettori di Faletti, insomma, un piccolo appunto da fare loro l’avrei… 🙂
    Sugli scandinavi: ci sono alcuni discreti e altri pessimi, verbosi, prolissi, banali, triti e ritriti. Il punto non è questo, ma il fatto che dopo Larsson tutti, in Italia almeno, si siano messi a tirare fuori uno o più romanzi di uno svedese, un norvegese etc. con le loro cazzo di brave fascette “Dopo Larsson…”. Anche qui, non ce l’ho con gli scrittori, sempre degni del mio rispetto – indipendentemente dalle mie possibili critiche – ma con un mercato (lettori ed editori, i secondi soprattutto) di pecoroni!

  4. Valter in ha detto:

    Scelgo i cachi ! 😀

  5. Fabio Lotti in ha detto:

    Penso di avere scatenato una caccia alla frutta…:)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: