Pegasus Descending

Pulp, thriller, hard boiled, noir

Arrivano i Mastini

Il logo de I Mastini

Dopo i Bassotti è la volta dei Mastini. E non è un film dell’orrore tratto da un incubo del blogger che state leggendo, irrecuperabile cinofobo, ma la nuova collana che il 30 Settembre la casa editrice Polillo inaugurerà per la gioia di tutti gli amanti del genere. Già con i nanerottoli dal corpo lungo lungo la Polillo aveva riscoperto e ritradotto una mole impressionante e assolutamente ingestibile, anche per un assiduo lettore come il sottoscritto, di settori sconosciuti o dimenticati della storia del giallo classico, quello tutto vecchiette arzille e salotti inglesi con una teiera fumante sul tavolinetto.

Ma se i Bassotti sono i classici cagnetti rompiballe che fanno bau bau per due o tre ore filate, di solito nel cuore della notte perché hanno visto un UFO, con i Mastini si cambia. Questi non abbaiano mica, ma danno certi mozzichi, tra una sbavata e l’altra, che ad Alien fanno un baffo. Con la nuova collana la Polillo Editore intraprende così un nuovo viaggio che porterà lei e i lettori che la seguiranno alla riscoperta dei tempi d’oro dell’hard boiled e della Scuola dei Duri, detective solitari impantanati nei casini della vita mentre cercano di scopare il mare del crimine in città sempre più grandi, periferiche e affollate.

Ma è un intero mondo letterario che inizia a mutare pelle. Si legge, infatti, nel comunicato stampa diramato: Alla fine degli anni Quaranta il giallo a enigma cominciava a mostrare i primi segnali di disaffezione da parte del pubblico. Il mondo stava rapidamente cambiando; forse non era più tempo per i raffinati investigatori dilettanti che riuscivano a venire a capo di delitti commessi nei modi più stravaganti. Il gioco delle due intelligenze – detective e criminale – che cercavano reciprocamente di mostrarsi superiori cominciava ad annoiare gli autori, che desideravano cimentarsi in storie diverse, e i lettori, che volevano emozioni più forti, qualcosa – come scrisse in un famoso saggio Raymond Chandler – che si avvicinasse molto di più alla realtà di tutti i giorni, dove erano le gang criminali a commettere i delitti sparando all’impazzata nelle strade delle periferie delle città e non le vecchie signore spargendo qualche goccia di veleno nei lindi salotti delle loro case affacciate su curatissimi giardini”.

Se ci fosse uno spot efficace per quanto appena detto non verrebbe in mente niente di meglio che l’ultimo film di Michael Mann, il bellissimo Nemico pubblico, a raccontare l’epopea triste di gangster come John Dillinger. Sparatorie, fughe, inseguimenti, duri più duri dei duri e volti scolpiti nel granito. “Nasce così un giallo più crudo e meno sofisticato, più d’azione e meno di riflessione, e tornano a coprire un ruolo non più marginale i tutori dell’ordine e i delinquenti abituali” continua il comunicato della Polillo, che poi prosegue: “E cambia di conseguenza anche il modo di scrivere i gialli: non un gioco intellettuale, ma un gioco sporco; non una sfida a che vinca il migliore, ma una lotta all’ultimo sangue. E cambiano anche le trame. Si propone con grande successo il thriller, dove non necessariamente è l’omicidio il perno intorno al quale ruota il meccanismo narrativo, ma sono l’incalzare degli avvenimenti, la sensazione di angosciante pericolo, la suspense le molle che spingono il lettore a “dover” andare avanti nella lettura. Ecco dunque che si affaccia in libreria una nuova generazione di autori, altrettanto valida di quella che l’ha preceduta e… altrettanto dimenticata dal mondo dell’editoria dei giorni nostri, molto più orientata alla ricerca delle novità che alla riscoperta dei grandi titoli di un tempo”.

La morte arriva a piccoli passi di George H. Johnston

E l’inizio di questa nuova avventura editoriale sarà scoppiettante: saranno infatti Bunny Lake è scomparsa di Evelyn Piper, Mirage di Howard Fast e La morte arriva a piccoli passi di George H. Johnston ad inaugurare una collana finalmente in grado di colmare quello spazio vuoto presente nelle librerie di molti appassionati italiani di un genere, l’hard boiled, già capace di ritagliarsi un capitolo importante nella storia della letteratura del Novecento.

Ti è piaciuto questo post e hai un profilo Facebook? CLICCA QUI e poi su MI PIACE per diventare fan di Pegasus Descending e non perderti nessun aggiornamento!

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

7 pensieri su “Arrivano i Mastini

  1. Valter in ha detto:

    Bella notizia, almeno per me, caro Andrea. Da poco mi sono avvicinato al genere noir e giallo e ci tengo a ringraziare soprattutto il tuo blog ( e molti altri, Luca Conti, Sartoris solo per citarne alcuni)per i preziosi consigli. Grazie a voi ho scoperto autori affermati, libri riscoperti e ritradotti, scrittori esordienti (Pizzolatto) di grande valore e capacità narrative notevoli.
    Probabilmente , essendo un profano, chissà quanti libri o autori non ho ancora apprezzato…
    magari quando hai tempo scrivimi i titoli o gli autori da… non perdere 😀

    • Ehi grazie Valter, sono contento di esserti stato utile a fomentare la tua passione per il noir, il genere e la lettura in generale – la cosa più importante -. Il fine del blog è proprio questo. Hai magari visto la bella e interessantissima discussione che stiamo portando avanti in calce all’intervista di Custerlina? Magari buttaci un occhi e lascia anche il tuo contributo se credi! Questa dei mastini è una bellissima notizia, pure io avrò decine di scoperte da fare. Spero che Luca Conti legga questi commenti e ci aiuti pure lui con qualche dritta su quelle uscite, così che il suo sapere enciclopedico ci dia una mano ad orientarci, perchè se buttano fuori hard boiled alla stessa velocità dei Bassotti è la fine, devo smettere di dormire per starci dientro! 🙂

    • Valter, scrivendo un commento nell’altra discussione mi è venuto in mente il titolo di un libro che credo potrebbe piacerti molto se ho intuito un poco cosa ti piace. Si tratta de Il seme della colpa di Christian Lehmann, ed. Meridiano Zero. Se ti va trovi la mia recensione a questo link: https://lideablog.wordpress.com/2009/10/19/il-seme-della-colpa-romanzo-sulla-solitudine/

      Se lo leggi fammi poi sapere che ne pensi!

  2. Dunque. “Bunny Lake è scomparsa” è un romanzo del 1957 di Merriam Modell (1908-1994) che scriveva sotto lo pseudonimo di Evelyn Piper. Da questo libro Otto Preminger ha tratto nel 1965 il film omonimo con Laurence Olivier.

    Howard Fast (1914-2003) è stato famosissimo ai suoi bei tempi. Qualcuno lo conoscerà come l’autore di “Spartacus” (1951), da cui Kubrick ha, una decina d’anni dopo, tratto il celeberrimo film con Kirk Douglas. “Mirage” è del 1952, in originale si intitolava “Fallen Angel” ed era uscito sotto lo pseudonimo di Walter Ericson, oltre che apparso nel Giallo Mondadori a metà anni Sessanta. Anche da questo libro è stato tratto un film famoso, diretto da Edward Dmytryk e interpretato da Gregory Peck. Un altro famoso pseudonimo usato da Fast era “E.V. Cunningham,” e quasi tutti i libri così firmati sono apparsi in Italia, sia per Garzanti sia per Mondadori.

    George H. Johnston era uno scrittore australiano, nato nel 1912 e morto nel 1970. Ha scritto un bel po’ di libri. Questo, “Death Takes Small Bites,” è del 1948 ed è ambientato in Birmania (!).

    • Valter in ha detto:

      Luca non si smentisce mai… un’enciclopedia vivente 😀
      Ringrazio anche lui per avermi fatto conoscere scrittori e libri davvero di qualità
      e complimenti per le traduzioni accuratissime
      Sono un fan sia di Pegasus che di Last of the Independents , vi seguo quotidianamente e per ” colpa vostra” le mie spese in libri aumentano, ma sono sempre stato ripagato….quindi non dovete chiedere rimborsi 😀

    • Grazie mille Luca, incommensurabile! Dovendo sceglierne solo uno dei tre su cosa punteresti? Ancora grazie!

  3. Valter in ha detto:

    ops… sono io che non chiedero’ rimborsi… voi continuate pure a consigliare 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: