Pegasus Descending

Pulp, thriller, hard boiled, noir

Cosa leggeremo in autunno: Le regole del formicaio di Salvo Barone

Le regole del formicaio

LE REGOLE DEL FORMICAIO
di Salvo Barone
ed. Todaro

Trasferito da qualche giorno a Milano, il commissario Efisio Sorigu assiste a un suicidio in metropolitana. Pur essendo consapevole che questo tipo di evento non è solitamente materia di indagini, lo sguardo scambiato con la vittima pochi secondi prima del salto, lo costringe a porsi una serie di domande. Nel frattempo strani avvenimenti scuotono la città aumentando il Caos e, visto l’approssimarsi delle elezioni, il tema della sicurezza occupa le prime pagine dei giornali. Efisio Sorigu non si arrende all’evidenza di semplici coincidenze e, appoggiato dalla sua squadra, scava sino a trovare il formicaio. Ma dovrà subirne le regole.

L’indagine del commissario Sorigu si consuma all’interno di uno scenario opaco nel quale emergono le inquietudini della società contemporanea manipolata dagli effetti persuasivi dei mezzi di comunicazione. Sullo sfondo una strisciante forma di eversione amica, tara delle istituzioni e arbitro corrotto della formazione del consenso.

Ha mai osservato un formicaio? Può essere uno spettacolo molto istruttivo. Si accorgerebbe che il punto di osservazione da tenere è quello generale. Capirne il funzionamento, le azioni e le strategie, senza perdersi nel dettaglio. Certamente esiste un ordine ben preciso nei movimenti delle singole formiche sul piccolo territorio che occupano. (…)  La forza dell’azione sociale di quella comunità sta nella capacità operativa della sintesi, la capacità di imporsi a tutte le formichine presenti sul territorio. Per un fine di utilità comune.
Ciò che lei chiama Legge, o magari Governo, altro non è che una sovrastruttura successiva.

Ti è piaciuto questo post e hai un profilo Facebook? CLICCA QUI e poi su MI PIACE per diventare fan di Pegasus Descending e non perderti nessun aggiornamento!

Advertisements

Navigazione ad articolo singolo

4 pensieri su “Cosa leggeremo in autunno: Le regole del formicaio di Salvo Barone

  1. Francesco in ha detto:

    A quanto sembra è la stagione dei suicidi … almeno nei gialli.
    Sembra interessante e poi un commissario sardo mancava proprio all’appello.

    • Non c’era un commissario sardo? In effetti non me ne viene in mente nessuno, ma potrebbe sfuggirmi… Leggeremo e valuteremo, sicuramente la Todaro sta facendo un ottimo lavoro nell’ambito del giallo e del noir nostrano! Se ti va puoi diventare fan di Pegasus Descending su Facebook! Ciao e grazie!

  2. max in ha detto:

    Bellissimo, profonde riflessioni sulle sensazioni umane, dimensioni di vita quotidiana sotto gli occhi di tutti e tutti i giorni, ma rese invisibili dalla fretta. Finalmente non il solito fuoco di paglia che divampa frettoloso ma non scalda, questo libro è come un caminetto caricato a quercia o faggio stagionato, lento, scoppiettante e che riscalda emozioni, riflessioni e profondità inesplorate. Penso che lo rileggerò, con calma. Perchè i piatti dagli aromi complessi vanno gustati e rigustati, ed ogni volta ci offrono nuove emozioni. Vivamente consigliato per chi vuole osservare il formicaio e non esserne parte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: