Pegasus Descending

Pulp, thriller, hard boiled, noir

Novità in libreria: Agrò e la deliziosa vedova Carpino di Domenico Cacopardo

Agrò e la deliziosa vedova Carpino

Dio ci guardi dalla provincia! Se nella tradizione americana e nelle nostre letture di appassionati sono sempre le grandi metropoli – New York e Los Angeles su tutte – a fare da sfondo, da palcoscenico per delitti, crimine e malaffare, nella nostra Penisola, nonostante la presenza di grossi agglomerati urbani come Milano, Roma o Napoli, lo sguardo di valenti giallisti e scrittori non di genere si è spesso posato sulla provincia, sulle anime nere che si celano dietro le vesti imbiancate e del “erano una così brava famiglia, mai sentiti litigare una volta”. Anche il nuovo lavoro di Domenico Cacopardo, Agrò e la deliziosa vedova Carpino, non fa eccezione, intrecciando grazie allo schema del giallo più classico che vuole tutti i sospetti rinchiusi, per i più disparati motivi, in un’unica stanza, un intrigo di provincia che pare poter essere risolto nel consueto modo, consigliato anche da Ferdinand von Schirach nel suo Un colpo di vento: seguendo la traccia lasciata dal denaro o dallo sperma. ‘Ste vedove.

AGRÒ E LA DELIZIOSA VEDOVA CARPINO
di Domenico Cacopardo
ed. Marsilio

TRAMA: Agli inizi del 1991, al sostituto procuratore Italo Agrò, appena trasferito a Roma, viene assegnato come primo caso l’inchiesta sulla morte del commerciante di legname Abramo Carpino, trovato morto nella sua Mercedes davanti all’ingresso di casa. I sospetti del fratello del defunto, Aaron, si indirizzano sulla vedova, vista teneramente abbracciata a un uomo. Ma le indagini fanno scoprire ad Agrò che non tutto è come sembra nella vicenda e che la verità potrebbe essere assai più complessa. Sarà durante una forte nevicata che blocca tutti gli indiziati nella villa della vedova che Agrò, interrogandoli uno alla volta e incrociando le deposizioni come nella migliore tradizione del giallo classico, risolverà il caso.

Ti è piaciuto questo post e hai un profilo Facebook? CLICCA QUI per diventare fan di Pegasus Descending e non perderti nessun aggiornamento!

Navigazione ad articolo singolo

8 pensieri su “Novità in libreria: Agrò e la deliziosa vedova Carpino di Domenico Cacopardo

  1. Cristina in ha detto:

    Mi sembra interessante…. grazie Andrea per le dritte….

  2. Cristina in ha detto:

    No non ancora ma non dovrei leggere prima gli altri due? La legge di Fonzi fa parte di una triologia?!

    • No, non è necessario, sono tre storie a sè. Fanno parte di una trilogia dal punto di vista dello stile narrativo e dell’ambientazione, non dei contenuti. Orecchiette western ho chiamato questo filone narrativo inaugurato da Di Monopoli. Puoi benissimo partire da La legge di Fonzi! No problem!

  3. Andrea, ma quanto si vede quando un libro non ti è piaciuto? 😉

    • Spero che si veda molto… Oggi un lungo periodo di stress mi ha dato un brutto colpo dal punto di vista fisico – infatti salta il post di domani, mi prendo tre giorni di assoluto riposo -, mi ha scosso molto – non ci vedevo più… – quindi credo di essere particolarmente rincoglionito. Ma ti riferisci a quanto sto pompando il lavoro di Di Monopoli? Allora raddoppio Ale: oltre a La legge di Fonzi la lettura dell’estate deve essere Galveston, di Nic Pizzolatto!!

      • Mmm no, mi sa che non ci siamo capiti…
        Io intendevo che secondo me il libro di oggi (data del post) non ti era piaciuto…

        Stai meglio, comunque, sì?

        Se vuoi scrivimi in privato, credo che mio cugino abbia avuto il tuo stesso problema agli occhi, da stress.

        Ciao,
        A.

  4. Ah ho capito! Ero proprio un po’ rincoglionito… sai, personalmente il giallo classico non mi esalta molto, il mio genere preferito è e rimane il noir. Questo libro può avere qualche risvolto interessante sul tema “provincia”, nonostante sia ormai stato trattato da molti scrittori italiani.

    Sì sto meglio, anche se ritengo comunque assurdo stare male per lo stress. Assurdo.Ma che cazzo di vita è? Ho parlato con un amico neurochirurgo che mi ha tranquillizzato, pensavo di avere un tumore al cervello! Una fifa… invecchiando sto diventando piuttosto ipocondriaco…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: