Pegasus Descending

Pulp, thriller, hard boiled, noir

Novità in libreria: Il quinto servitore di Kenneth Wishnia

Il quinto servitore

Potete leggere una recensione de Il quinto servitore pubblicata su Pegasus Descending.

Con la novità in libreria segnalata qui sotto facciamo un salto nel passato e in un ambito letterario finora da me poco trattato su queste pagine: il thriller storico. Come mi è però già capitato di scrivere in passato, il genere storico è, a mio avviso, uno dei più affascinanti. Se il romanzo è scritto bene e in modo accurato consente al lettore di estraniarsi completamente dalla propria quotidianità del XXI secolo per immergersi in un mondo necessariamente estintosi. Il quinto servitore di Kenneth Wishnia è uno di questi libri, nonostante una evidente complessità dovuta probabilmente alla mia poca dimestichezza con il mondo ebraico, a maggior ragione se di fine ‘500. Aspetterò comunque di averne terminato la lettura per scriverne una recensione più puntuale e ponderata.

IL QUINTO SERVITORE
di Kenneth Wishnia
ed. Longanesi
Traduzione di Elisabetta Valdrè

TRAMA: Un grido squarcia il velo della notte. È un nome ripetuto ossessivamente per le strade di Praga da una voce disperata. Il nome di una vittima. È una bambina. È cristiana. Ed è stata sgozzata il Venerdì santo del 1592. Il suo corpo dissanguato viene rinvenuto in una bottega ebraica. Benyamin Ben Akiva, quinto servitore del ghetto, si precipita sulla scena del crimine per far luce sull’accaduto, ma le cose si mettono subito malissimo. La folla reclama a gran voce una punizione esemplare che metta fine una volta per tutte alle sordide pratiche giudaiche: «Ogni anno gli ebrei ammazzano un cristiano per mescolarne il sangue al loro maledetto pane pasquale». Il proprietario della bottega finisce in catene con l’accusa di omicidio rituale, mentre la moglie e la figlia vengono affidate alle ’cure’ del vescovo Stempfel, l’inquisitore appena giunto in Boemia per estirpare la malapianta della stregoneria. E questa volta nemmeno la protezione dell’imperatore Rodolfo salverà gli ebrei dalla furia vendicatrice della popolazione cristiana. Benyamin ha solo tre giorni di tempo per trovare il vero colpevole e consegnarlo alle autorità, altrimenti il ghetto sarà raso al suolo. Perché salvare la vita del bottegaio vuol dire salvare tutto il suo popolo. Le sue uniche armi sono la sottile arte del ragionamento e la millenaria sapienza ereditata dai tanti rabbini che l’hanno preceduto. Ma nei meandri del ghetto si aggira una realtà ben più cruda dello spettro antisemita.

“I topi si sparpagliarono sul mio cammino, lasciando sottili scie di sangue con la coda. Tolsi di mezzo a calci alcune delle disgustose creature, scavalcai le impronte che si stavano sciogliendo nel ghiaccio e mi feci largo tra le persone impietrite sulla soglia del negozio. Riconobbi nella donna isterica la stessa che avevo visto prima con il fazzoletto blu in testa. Dalla sua cesta sporgevano carote ed erbe aromatiche in fiore: doveva essere accaduto qualcosa mentre faceva la spesa. La donna agitava le braccia come un mulino a vento impazzito, minacciando ferri incandescenti e altre terribili torture a chi aveva perpetrato quel delitto contro la cristianità, mentre la proprietaria terrorizzata la pregava di smetterla. Sul pavimento, tra le due, giaceva il corpo di una bambina bionda che poteva avere sei o sette anni, con la veste insanguinata e il volto immobile e spento della morte. Tenni a freno l’impulso di inginocchiarmi accanto a lei e toccarla, giusto per capire se quel povero corpicino fosse ancora caldo. Non potevo farlo di fronte a un’isterica testimone cristiana. Meglio lasciar perdere.” (fonte: sito Il Libraio)

Nell’attesa della recensione de Il quinto servitore su Pegasus Descending, potete iniziare a farvi un’idea del libro leggendo la recensione pubblicata sul Jewish Journal a firma di Charlotte Gordon oppure l’interessante intervista rilasciata da Kenneth Wishnia al blog EJDissectingRoom.

Ti è piaciuto questo post e hai un profilo Facebook? CLICCA QUI per diventare fan di Pegasus Descending e non perderti nessun aggiornamento!

Navigazione ad articolo singolo

5 pensieri su “Novità in libreria: Il quinto servitore di Kenneth Wishnia

  1. Pingback: Novità in libreria: Il quinto servitore di Kenneth Wishnia …

  2. E’ ben scritto ma è pesante.

    ‘כתוב היטב, אבל הוא כבד כמו קריאה.

    אני כמו רוב הספרים המוות paralic של אנשים מפורסמים ומפורסמים

    • Ciao Abe, grazie per i commenti. Sì, è certamente un romanzo impegnativo, come mi è già capitato di scrivere, una via di mezzo tra il giallo e un saggio sugli ebrei di fine ‘500 e il clima di quel tempo. A mio avviso è un’opera importante e suggestiva.

  3. Pingback: E adesso parlano loro: Zeltserman, Carofiglio e Deaver « Pegasus Descending

  4. Pingback: Il quinto servitore – Kenneth Wishnia « Pegasus Descending

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: