Pegasus Descending

Pulp, thriller, hard boiled, noir

Ca$h e la “commedia gialla”

Ca$h


Per la rubrica “Serata Blockbuster” di questa settimana recensiamo:

CA$H
di Eric Besnard.
con Jean Dujardin, Jean Reno, Valeria Golino

“Ocean’s Eleven” ha fatto scuola inaugurando un nuovo genere cinematografico che potremmo definire della “commedia gialla”. Le sue caratteristiche? Una regia che in ogni modo cerca di essere frizzante e rapida. Una sceneggiatura che all’intrigo giallo, solitamente una truffa, abbina dialoghi che ammiccano in modo deciso alla commedia brillante, a volte con punte di autentica comicità. L’ambientazione in località spesso lussuose e sempre fuori dalla portata delle tasche di noi stipendiati dipendenti. Una realtà che non è mai come appare, celando una verità che solo all’ultima scena, ma proprio nell’ultima, si dipana svelando e smontando l’impalcatura pazientemente, ma artatamente, costruita per tutto l’arco della pellicola.

“Ca$h”, film francese firmato dal regista Eric Besnard e con la partecipazione di un cast prestigioso che vede in Jean Reno la sua punta di diamante, si intruppa con tutte le braghe in questa particolare categoria, battendo la strada già percorsa dalla trilogia di Ocean e, per certi versi, anche da “Inside Man” di Spike Lee e “The Bank Job” di Roger Donaldson.

Cash è un piccolo truffatore, uno di quei singolari personaggi che mai hanno lavorato e mai lo faranno preferendo “guadagnarsi” il pranzo e la cena fregando ai fessi, ai “piccioni”, quei quattro spiccioli che hanno nel portafoglio. E visto che l’attitudine al furto pare essere una componente genetica anche il fratello di Cash, Solal, si dedica con successo a questa antica occupazione. Peccato che un giorno, però, il povero Solal vada a sbattere contro due pallottole in pancia. I rischi del mestiere. Cash allora ci si mette di buzzo buono per vendicare il fratello, nell’unico modo in cui sia in grado di farlo: fottendo qualcun altro. inizia in questo modo una vicenda da mal di testa da quanto risulta complessa e che implicherà il coinvolgimento di ricchi gangster (Jean Reno), belle poliziotte (Valeria Golino), mercenari, falsari, Affari Interni e commissari di polizia. Peccato che questa sia una “commedia gialla” e quindi, necessariamente, nessuno di questi personaggi è realmente ciò che afferma o mostra di essere in una girandola di menzogne e truffe che passa quel limite, che dovrebbe essere invalicabile, tra una storia scorrevole e avvincente e una storia inutilmente intricata e, in definitiva, incomprensibile.

Le notizie positive – o negative – arrivano tutte dalla vitalità del cinema francese che, allontanandosi da un suo stile classico e intellettualoide, sta sfornando prodotti sempre più hollywoodiani e capaci di travalicare i confini transalpini e le fumose sale dei cineforum di sessantottini invecchiati male. Oltre a questo “Ca$h” mi preme citare il a mio avviso ottimo e sottovalutato “Nemico pubblico n.1” di Jean-François Richet e con il bravo Vincent Cassel. Certo, avete ragione a sostenere che però il prodotto culturale è sempre più omologato, sempre più basato su uno stampo made in Los Angeles. Ma che volete farci se gli americani in questo genere di cose oltre ad avere più soldi da spendere hanno anche più talenti, sceneggiatori e idee? E le cose buone vanno imitate e prese a modello, non snobbate con la puzza sotto il naso.

“Ca$h” è un film molto influenzato da un determinato modo di fare cinema, ammicca al grande pubblico ma senza ottenere la qualità dei suoi illustri Founding Fathers per incagliarsi, invece, in una storia che eccede in complessità rasentando l’incomprensione e quindi affondando con tutte le proprie buone intenzioni.

Da segnalare, infine, l’ottima interpretazione di Cash fornita da un Jean Dujardin che con il suo sorriso storto sarebbe capace di far innamorare schiere di ammiratrici e di ammiratori, perfetto in questi panni da mascalzone belloccio che gli calzano a pennello e a cui forse neanche il personaggio della Golino, messo da parte uno Scamarcio qualsiasi, potrà rimanere indifferente.

CLICCANDO QUI potete vedere il trailer del film e leggerne la scheda completa.

Ti è piaciuto questo post e hai un profilo Facebook? CLICCA QUI per diventare fan di Pegasus Descending e non perderti nessun aggiornamento!

Navigazione ad articolo singolo

4 pensieri su “Ca$h e la “commedia gialla”

  1. Invitati tutti i miei amici di facebook a iscriversi come fans dovresti avere un impennata dei fans 🙂

    Giulia

  2. Ehehe ho preso un po’ di vacanza e che sto cercando un lavoro retribuito, speravo di far diventare il blog una testata giornalistica ma per adesso ho un po’ accantonato, conosco molti giornalisti che fanno i recensori professionisti ma gia lavorano per giornali e riviste per i nuovi è un po’ più dura anche se penso che tu avresti la stoffa per farlo come mestiere, io sono più portata per le interviste, ho diversi colloqui ma non granchè, la mia laurea di scienze politiche mi sa che serve a pochino… ieri avevi 50 fans oggi già più di 160 uhaoo il mio impegno è servito baci

    Giulia

    • Sì, devo ringrazie te, Giuseppe di ThrillerCafè e Walt che avete raccolto il mio invito e mi avete dato una grande mano con i fan! Molto bene, mi infondi una grande fiducia, a me manca un esame del cazzo per laurearmi in scienze politiche e sono felice di sapere che farò per tutta la vita il mio fottuto lavoro part time! Ho già lavorato in giornali e tv locali, ma pagano poco e niente, devo coprire un territorio enorme per, quando va bene, 10 euro al pezzo. Il mese scorso sono stato contattato per una critica per un catalogo d’arte e ho sfangato 100 euro! Ho pure un figlio, un mutuo e la rata su macchina e mobili, non ci starei dentro. Dovrei provare a mandare un po’ di curriculum, ma sono un pigrone, poi se lo dite voi che ho la stoffa per me va bene, quando rileggo le mie cose, a maggior ragione a distanza di tempo, brucerei tutto!

      Dai non mollare, vedrai che lo fotti tu questo 2010!

      Andrea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: