Pegasus Descending

Pulp, thriller, hard boiled, noir

Alibi e sospetti

Una delle locandine del film


Per la rubrica “Serata Blockbuster” di questa settimana dedicata all’home video recensiamo:

ALIBI E SOSPETTI
di Pascal Bonitzer
con Miou-Miou, Lambert Wilson, Valeria Bruni Tedeschi, Pierre Arditi, Anne Consigny

Abbiamo scavallato il nuovo millennio da quasi una decina d’anni ma Agata Christie continua a suggerire a registi ed emuli dalle buone intenzioni trame per le loro opere. Opere, diciamolo, che spesso sono di una qualità piuttosto scarsa, in modo particolare nel momento in cui il regista in oggetto non si limita a prendere il libro della celeberrima scrittrice inglese e trasporlo sul grande schermo, ma ci si mette di buzzo buono per cambiarlo un po’, magari aggiornandolo ai nuovi tempi che corrono. L’esito è sempre inferiore alle aspettative, forse e soprattutto perché, all’improvviso, vengono a mancare sotto i piedi della storia raccontata le solide fondamenta del giallo classico di cui la Christie è stata indiscussa maestra.

Cosa analoga la si potrebbe scrivere di questo “Alibi e sospetti” firmato dal regista francese Pascal Bonitzer e con un cast particolarmente raffinato e ricercato. Bonitzer prende spunto dall’intrigo di un romanzo della Christie, quel “The Hollow” (Poirot e la salma) del 1946 che dovrebbe avere il bravo Hercule Poirot quale mente formidabile della legge e della giustizia a risolvere un intrigo all’apparenza davvero insolubile o, diversamente, già risolto ad uno sguardo superficiale. Prende questa trama gialla, dicevamo, e la trapianta nel nostro mondo moderno e quotidiano, fatto di sms e da una informazione necrofagica e pruriginosa. Un gruppo di amici dell’alta borghesia francese, fatta da medici, politici e intellettuali, si ritrova per un week end di relax nella villa del senatore Henri Pages. Tra cose dette e non dette, piccoli misteri e grandi corna ci scappa il morto: l’affermato psichiatra Pierre Collier viene trovato morto a bordo della piscina privata dell’influente politico, accanto la moglie con in mano una pistola revolver. Peccato che il colpo che abbia ucciso il medico sia di una semiautomatica 9mm. Mistero.

Ammetto di non essere un grandissimo estimatore della Christie e di non conoscere neanche in maniera molto approfondita la sua produzione letteraria, men che meno questo romanzo da cui il film è tratto, che non ho letto. Ipotizzo, comunque, che una volta ritrovato il corpo il buon Poirot, con i suoi baffetti e il suo look alla Philippe Daverio, entri in scena e una osservazione dopo l’altra, una induzione tra un sigaro Avana e un cognac e via che il giallo è bello che risolto. Nel film manca tutto ciò, così come manca una figura fondamentale e protagonista come quella dell’investigatore francese, la risoluzione dell’enigma avviene un po’ per caso, a botte di culo, e soprattutto senza grosse punte di suspense o colpi di scena e di ritmo in grado di tenere desta la nostra attenzione di spettatori un po’ annoiati.

Gli attori, poi, svolgono il loro mestiere in modo più che dignitoso, ma mediante un “mestiere” più adatto ad un’opera teatrale piuttosto che ad una cinematografica. Non si può recitare nei due ambiti allo stesso modo. Il risultato è una narrazione fredda e distante, incapace di farti appassionare non dico agli algidi personaggi, ma almeno alla trama e alla risoluzione del mistero. È proprio questo il punto. Si è più impegnati a guardare l’orologio che a far funzionare il cervello per scoprire l’assassino prima della fine del film. E questo credo non sia un buon viatico per un film giallo.

CLICCANDO QUI potete vedere il traile di “Alibi e sospetti” e leggerne la scheda completa.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: