Pegasus Descending

Pulp, thriller, hard boiled, noir

Venite a vedere un vero “RockNRolla”!

La locandina del film


Nuovo appuntamento con “Serata Blockbuster”, la rubrica di Pegasus Descending sull’home video. Questa settimana:

ROCKNROLLA
di Guy Ritchie
con Gerard Butler, Tom Wilkinson, Thandie Newton, Mark Strong, Idris Elba

Voi scherzate, ma mica è facile fare il gangster nella Londra di questi tempi. Non è più come una volta, quando un tipo come Lenny Cole poteva fare il bello e il cattivo tempo con l’assessore di turno, il teppistello rompiballe o l’immigrato in cerca di uno stipendio sicuro datogli da un datore di lavoro che non fa troppe domande. Ormai tutto è cambiato, tempus fugit.

Nella Lontra addobbata da Guy Ritchie, uno che ha fatto poche cilecche nella sua carriera – matrimonio con Madonna escluso, ovviamente – e che può vantare tra i suoi lavori quel capolavoro assoluto che è “The Snatch”, i vecchi come Lenny hanno ormai pochi colpi da sparare, troppo presi per il culo da immigrati russi con ambizioni immobiliaristiche alla Ricucci e mezze tacche come One Two e Mumbles, rapinatori un po’ casinisti e incasinati di conseguenza. È il nuovo che avanza bellezza.

E chissà come mai questo “nuovo” scrive in cirillico, ha il proprio ufficio in uno dei principali stadi di calcio della capitale inglese (forse a Chelsea?) e ha la faccia sputata sputata di Roman Abramovich che, altra coincidenza, ama l’arte e vorrebbe pure scoparsi la propria commercialista. Vabbè. Visto che siamo tra gentiluomini ci si siede intorno ad un tavolo e ci si mette d’accordo, domanda e offerta e il gioco è fatto, tutti contenti e tutti amici. Peccato, però, che nella faccenda si inseriscano due variabili difficilmente preventivabili: One Two&Co che fottono, per ben due volte, i soldi che il buon russo deve dare a Lenny e Johnny Quid, figlioccio del medesimo Lenny e rockstar che pare aver letto uno dei primi romanzi di Don DeLillo, “Great Jones Street” del 1973, assorbendone il succo: una rockstar se scompare fa, e fa fare, più soldi. RockNRolla è stato girato prima della morte di Michael Jackson, che insieme ai vari Hitler ed Elvis Presley finirà nel museo delle cere dei “morti-ma-siamo-proprio-sicuro-che-siano-morti?”. Insomma, Quid fotte al patrigno un quadro portafortuna che il russo, non si sa bene perché, aveva dato in prestito a Lenny. Casino, fine del mondo, morte e tragedia.

Sono queste le premesse per una sarabanda che tra situazioni paradossali, bracci destri tuttofare sosia di Andy Garcia, commercialiste femme fatale e guardie del corpo provenienti dalla Grande Madre Russia che fanno il conto di chi ha più cicatrici, mettono in scena una commedia dark tutto ritmo, botte, pistolettate, corse e rincorse, muovendosi su una scena resa magistralmente da una fotografia semplicemente perfetta e dai colori conturbanti, in modo particolare per chi potrà vedere il film nella versione Blu Ray (disponibile anche a noleggio). Guy Ritchie torna ai suoi livelli dopo essersi scrollato di dosso la cantante più stonata della storia della musica, che non contenta di sfrigolarci i maroni con le sue “note” e le sue “melodie” ha ben pensato di schiacciarci i pollici con la nota, e omonima, macchina da tortura medievale mediante il suo film “Sacro e profano”, noioso e scadente pure dal trailer. Ma non divaghiamo.

Tornando a “RockNRolla”, per quanto sia un ottimo film, soprattutto per gli amanti di un determinato genere ibrido tra la commedia, il pulp e il gangster movie, non siamo ai livelli, probabilmente mai più raggiungibili, di “The Snatch”, anche se alcune scene e lo stile di regia in generale pagano un debito notevole al capolavoro del 2000 di Guy Ritchie.

Non ci resta, in conclusione, che aspettare i successivi due capitoli di questa che sarà una trilogia – non ve l’avevo detto? Sorry -, in attesa di vedere un vero rockNrolla in azione, come promesso appena prima dei titoli di coda.

CLICCANDO QUI potete vedere il trailer di “RockNRolla” e leggerne la scheda completa.

Advertisements

Navigazione ad articolo singolo

4 pensieri su “Venite a vedere un vero “RockNRolla”!

  1. Visti Lock & Stock, Snatch, e Revolver del buon Ritchie. Mi sono divertita parecchio oltre a prendere una cotta pazzesca per Jason Statham…..ho rivalutato tutto il gangster movie di ambientazione londinese stile The pusher con Daniel Craig…e The Bank Job sempre con il bel Jason Statham….grazie della segnalazione Giulia

  2. Figurati, grazie a te per il commento! Tha Snatch è comunque il migliore, a mio avviso, tra tutti i film da te citati. Statham è grande, bello truzzo tamarro, anche se non credo sia un attore per tutte le stagioni…Ho visto il suo ultimo Death Race, veramente divertente! The rogue, invece, non è granchè…

    Andrea

  3. Pingback: The Bank Job (La rapina perfetta) « Pegasus Descending

  4. Pingback: Notizie dai blog su Venite a vedere cosa abbiamo creato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: