Pegasus Descending

Pulp, thriller, hard boiled, noir

Anamorph

La locandina americana di Anamorph

La locandina americana di "Anamorph"


Nuovo apuntamento con “Serata Blockbuster”, la rubrica sull’home video di Pegasus Descending. Questa settimana:

ANAMORPH
di Henry Miller
con Willem Dafoe e Scott Speedman

Stan Aubray è un vecchio detective della squadra omicidi del New York Police Department reso celebre dall’aver individuato e neutralizzato, alcuni anni prima, un pericoloso serial killer denominato Zio Eddie, specializzato nel far assumere alle sue vittime strane pose, a comporre delle macabre opere d’arte caratterizzate dall’anamorfosi, una particolare tecnica artistica sviluppatasi nel Rinascimento che, giocando con la prospettiva, permette di creare immagini differenti da una stessa tela a seconda del punto di osservazione dello spettatore.

Nella Storia sono due le particolari tipologie umane capaci di scatenare ridde di emuli ed epigoni: i serial killer e gli artisti. Figuratevi, quindi, quando si ha a che fare con un serial killer artista. Infatti iniziano a rispuntare fuori nella Grande Mela strane opere d’arte che riprendono in tutto e per tutto lo stile dello Zio Eddie, a riaprire con il vecchio e stanco Aubray una partita che sembrava definitivamente chiusa. Alzando, però, la posta in gioco.

Il regista Henry Miller paga un evidente contributo a David Fincher, componendo una sorta di collage tra “Seven” e “Zodiac”, mischiando l’efferatezza degli omicidi del primo con la suspense psicologica del secondo. Peccato che il risultato non sia comunque all’altezza delle pur ambiziose aspettative, anche a causa di un Willem Dafoe – interprete del detective Aubray – che per tutto l’arco del film non cambia praticamente mai espressione, neanche nelle molte scene in cui lo troviamo attaccato alle bottigliette di rum del minibar, rasentando delle punte di autentica noia e non riuscendo mai a cambiare ritmo, finale compreso.

E dire che l’idea di fondo non era per niente male, così come il colto riferimento alle opere e al lavoro intellettuale di quel genio dell’arte mondiale del ‘900 che fu Francis Bacon, per non parlare, poi, della rispolveratura di una tecnica tanto antica quanto complessa qual è l’anamorfosi. Il problema di fondo, oltre a quello del ritmo generale della narrazione e di un attore protagonista assolutamente non in forma, consiste nell’eccessivo ricorso da parte del regista a tutta una vasta serie di cliché del thriller e del noir che abbiamo già visto mille e una volta: il vecchio detective alcolizzato, il giovane poliziotto rampante che sospetta del vecchio, un serial killer creduto eliminato e che invece ricompare dal nulla, il nemico alle porte.

Purtroppo per la produzione e gli interpreti, il grande pubblico sembra aver condiviso questa mia opinione, stando, almeno, ai dati del box office che indicano un incasso in Italia nella prima settimana di solo 6000 euro, dovuto probabilmente anche ad una scarsa distribuzione nelle sale. A due anni dalla sua uscita negli Usa approda quindi anche nell’home video italiano un film destinato a non lasciar alcun particolare segno nella storia del cinema e, cosa ancora più grave, a non divertire neppure molto.

CLICCANDO QUI potete vedere il trailer di “Anamorph” e leggerne la scheda completa.

Navigazione ad articolo singolo

2 pensieri su “Anamorph

  1. Ho anticipato la pubblicazione dell’intervista ad Alafair perchè domani mattina sono fuori sede ecco il link http://liberidiscrivere.splinder.com/tag/alafair+burke ho provato a spedire l’intervista a Christian da un altro indirizzo email bah tieni le dita incrociate a presto

    Giulia

  2. Ok passo subito a leggere l’intervista. Io oggi pomeriggio pubblico la recensione de “Il seme della colpa”. Vedrai che i problemi di server si risolvono, gli oggetti si possono sempre aggiustare (o sostituire)!

    ciao

    Andrea

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: