Pegasus Descending

Pulp, thriller, hard boiled, noir

Ultimatum: l’Universo Marvel sta cambiando

Variant Edition del n.1

Variant Edition del n.1


Ognuno sarà pur libero di avere i proprio sogni, ma i problemi insorgono nel momento in cui questi stessi sogni si avverano. A maggior ragione se hanno a che vedere con la distruzione della razza umana e con l’asservimento degli ultimi, pochi superstiti ai voleri di esseri mutanti che si ritengono superiori. In quattro parole è da questa assolutamente non celata ambizione di Magneto che ha inizio, anche da noi in Italia, l’evento Marvel Ultimate in grado di sovvertire in modo totale e definitivo il mondo dei supereroi così come eravamo abituati a immaginarlo e leggerlo attraverso le tavole dei nostri fumetti preferiti, ponendo fine alla prima era dell’Universo Ultimate.

“Ultimatum” parte proprio da qui: dal dolore e dalla rabbia di un padre. Magneto, appunto. Che al già citato Magneto fossero sempre un po’ stati sulle palle questi omuncoli rosa e mollicci che vengono comunemente identificati con il termine di “umani” non è mai stato un segreto per nessuno, anzi. Come però dicevamo prima, se i sogni restano tali poco male. Ma se in un unico colpo uno si vede fare fuori i propri amati figli da un gruppo di supereroi senza cappa e spada, beh, le cose cambiano. Ciò che porrà fine ad un mondo, le vicende che verranno narrate nei cinque numeri americani di “Ultimatum” – riassunti in tre albi in Italia – hanno inizio da quella pallottola che uccide Scarlet e dalla successiva morte del di lei fratello Quicksilver, i due figli di Magneto. E l’ira di un padre può essere inesorabile, senza alcuna pietà.

Non è neanche un caso, poi, che uno zampino consistente in tutto questo macello lo abbia pure messo uno che di nome fa Dottor Destino ed è signore di una terra chiamata Latveria che sarà costretta, così come tutti gli altri abitanti di questo pezzo di roccia disperso nell’universo, a pagare un prezzo molto alto. Ma c’è poco da fare se è vero, come cantava Francesco De Gregori ne “Il bandito e il campione”, che “al proprio destino nessuno gli sfugge”.

Al termine del primo numero, una sorta di ampio preamblo ai due successivi, le vittime umane si contano in termini di milioni. Vista la recente frenesia sorta intorno al fatidico 2012, agli sconvolgimenti che questa data dovrebbe portare – minchia, l’hanno detto i Maya! – e pompata mica male da chi, evidentemente in un manifesto calo di popolarità, non sapeva più come piazzare sul mercato libri e film di serie C, appaiono assolutamente visionarie le tavole che ritraggono un mega tzunami in grado di spazzare via in un solo colpo l’intera isola di Manhattan e con essa tutti i suoi abitanti, siano umani, supereroi o X-Men. L’acqua è democratica, affoga tutti, indistintamente.

Avrete, credo, un vostro personaggio Marvel preferito. Ecco. Qui muore.

Per concludere, questi tre albi italiani sono assolutamente imperdibili per chiunque voglia avere un’idea chiara sugli sconvolgimenti che attendono l’Universo Ultimate, sui personaggi che usciranno di scena, più o meno definitivamente, e sui nuovi assetti di potere che, nell’immediato futuro, daranno il via alla seconda era di questo mondo parallelo così fertile in termini di invenzioni narrative e fantasia sfrenata. O, in altre parole, di divertimento. Se Jeph Loeb ci ha messo la sua penna, David Finch, grazie alle sue tavole semplicemente perfette e magnifiche, ha dato vita alle sue parole nere su sfondo bianco, gettando in pasto a milioni di avidi lettori una epopea che, ancor prima della sua conclusione, è già un classico da riporre nella libreria a fianco di capisaldi della Marvel quali, ad esempio, “Civil War” o “Secret War”. Imperdibile.

(con la collaborazione di Matteo Radice)

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: